• Home
  • Eventi Passati
  • FESTIVAL DELLA CULTURA Seconda serata “SPERIMENTARE” – intervista a Stefano Laffi

Venerdì 30 aprile 2021

Il Festival della Cultura è tornato venerdì 30 aprile sia in streaming che in presenza. 

Il Rotary Romano insieme all’Amministrazione Comunale e alla Fondazione Rubini per “far ripartire i luoghi della cultura” hanno raddoppiato e la seconda serata del Festival è stata trasmessa in streaming dal sito del club ma anche in presenza presso il Teatro delle Opere Pie Rubini.

 

Il secondo incontro del Festival della Cultura promosso dal Rotary Club di Romano di Lombardia, andato in streaming sul sito del club la sera del 30 aprile 2021, e in contemporanea presentato con il pubblico in presenza presso il Teatro Opere Pie Rubini di Romano, ha introdotto Stefano Laffi, ricercatore sociale milanese, autore di diversi volumi e estremamente attivo nell’ambito delle marginalità sociali e della scuola. A Laffi, intervistato dal direttore scientifico del Festival, Prof. Fabio Cleto, è toccato il compito di illustrare lo “Sperimentare”, motore della conoscenza, termine fondativo del metodo galileiano e dunque della scienza moderna. In quanto tale, una passione mossa da esigenze concrete, ma anche una passione centrale all’uomo, che nei suoi primi anni apprende attraverso una straordinaria capacità di sperimentare il reale.

Lo sperimentare è decisivo in ambito sociale, dove può fornire modelli di cambiamento controllato, stabiliti secondo regole e procedure scientifiche, volti a monitorare le scelte, selezionare quelle che si rivelano positive, e di trarre giovamento anche dagli errori. Laffi ha così illustrato quanto, nel nostro tempo pandemico, l’emergenza abbia segnato la necessità di sperimentare: ovviamente dal punto di vista scientifico, nella ricerca medico-scientifica, ma anche e soprattutto nella vita quotidiana. Le nostre condizioni di vita sono drasticamente cambiate e abbiamo dovuto cercare nuovi modelli per adattarci a una realtà inedita. Il fallimento è avvenuto dove non c’è stata possibilità o capacità di sperimentare il nuovo, nella speranza che l’incubo si concludesse con un semplice ritorno al passato.

 

Fabio Cleto

Eventi Passati

Leave A Reply