Martedì 22 giugno PASSAGGIO DELLE CONSEGNE tra Iva Conti Schivardi e Diego Lorenzi

Nella sempre accogliente cornice di Palazzo Colleoni ci siamo ritrovati soci familiari e ospiti per la serata istituzionale del Passaggio delle Consegne.

Lo staff di Diego Lorenzi ha curato l’allestimento luminoso, musicale e tecnologico rendendo ancora più attraente la nostra già piacevole sede.

E in questo contesto curato è risultata ancora più evidente la gioia di ritrovarsi insieme, di salutarsi con trasporto, di conversare piacevolmente dopo le limitazioni del lungo periodo pandemico.

Tra gli ospiti il Past Governatore del Distretto 2041 Andrea Pernice, l’Assistente del Governatore per il Gruppo Orobico 2 e i Presidente entranti e uscenti dei 7 club del Gruppo Orobico 2.

Dopo gli onori alle bandiere, la Presidente Iva ha salutato personalmente gli ospiti intervenuti e ha dato la parola all’ADG Roberto Lodovici, che ha messo in evidenza il lavoro svolto dai Presidenti in questo anno particolare e ha comunicato ufficialmente, quanto appena ricevuto dal Distretto, e cioè che anche quest’anno il Rotary Club di Romano ha conseguito l’Attestato Presidenziale per aver conseguito gli obiettivi prefissati dal Rotary.

Durante la cena ha avuto luogo lo “scambio del collare” e la spillatura del nuovo Presidente, preceduti dal discorso di chiusura di Iva e seguiti dal saluto di Diego, interventi riportati di seguito.

A seguire la cara Daniela Sikvo, moglie del socio Sikvo Sikvov del RC di Harmanli, residenti a Romano per motivi di lavoro e con i quali abbiamo in sospeso un progetto di gemellaggio, ci ha portato e letto il saluto e l’augurio di Alexander Petrov, Presidente del RC Harmanli. Un tocco di internazionalità che ci ha fatto sentire rotariani nel mondo.

La serata si è chiusa con il tocco congiunto della campana da parte dei due Presidenti.

L’anno rotariano 2020-2021 si chiude così: avevamo sperato all’inizio di aver superato il momento critico dell’inizio pandemia, ma in autunno siamo ritornati in emergenza. Comunque il Rotary c’è sempre stato online, via telefono, con messaggi, con contatti vari non ha mai smesso di essere al servizio di tutti al di ogni interesse personale.

Buon anno rotariano a tutti!

___________________________________________________________________

Discorso di saluto della Presidente Iva Conti Schivardi

Carissime socie e carissimi soci, cari amici tutti

Bentrovati in questa serata: la vostra partecipazione numerosa è il segno del desiderio di ritrovarsi finalmente in presenza e in amicizia ed è di buon auspicio per una ripartenza serena.

Ho assunto il compito di Presidente con entusiasmo evidenziando nel mio programma l’adesione al motto del Presidente Internazionale Holger Knaack “ Il Rotary offre opportunità” e al motto da me scelto “ la cultura è reale solo se condivisa”

In questo anno particolare ho cercato di cogliere le opportunità offerte dalla collaborazione con gli altri club – e qui ringrazio Roberto Lodovici ADG e i Presidenti “miei colleghi”, disponibili e amici, e ho cercato di condividere con i soci collaborazione, proposte e servizio.

Le conviviali in presenza sono state 11 e quelle online 19 : di queste ultime in particolare 5 di club, 11 in interclub e 3 dedicate al Festival della Cultura, manifestazione che tanta visibilità ha dato alla Comunità e al club.

Abbiamo portato a termine il progetto del restauro conservativo del leone di San Marco, seguito dall’adesione all’iniziativa del MACS sui “quaderni del museo e per i laboratori dedicati ai bambini.

E ancora … il sostegno all’emergenza della formazione a distanza, la solidarietà alla Caritas di zona, l’adesione alle iniziative del Distretto tra cui l’adesione al progetto “Bosco della memoria”, gesto per ricordare coloro che ci hanno lasciato nell’anno trascorso.

Pur mancando la relazione continua che in genere si rinsalda nelle periodiche conviviali in presenza, il club non ha mancato di essere presente con l’azione di essere al servizio della comunità, al di sopra di ogni interesse.

Tanti intenti, tanti desideri sono rimasti in sospeso per le limitazioni imposte dalla pandemia, fra questi il gemellaggio con il club di Harmanli.

Ora i ringraziamenti: prima di tutti un grazie a Pio, mio marito, prezioso consigliere, censore e critico, (insofferente delle lungaggini nelle conviviali anche se quest’anno gli è andata bene!) ma autentico interprete degli ideali rotariani.

Ringrazio di cuore tutti: il Vice Presidente Italo Poletti e i componenti del direttivo, il socio onorario Mattia Bregant, sempre presente, attento e disponibile, il Prefetto Federico Nozza puntuale e rigoroso, il past President Mirko Rossi per i tre anni di condivisione e costruttivo confronto, ma soprattutto ringrazio tutti i soci!

Un ringraziamento particolare a Rita Lupi, che stasera non ha potuto essere qui tra noi: con il suo costante e concreto contributo alla vita del club ha permesso l’edizione di 20 bollettini in questo anno complicato.

Un pensiero ai soci e agli amici che ci hanno lasciato ….: in questo momento di festa li sentiamo qui con noi.

Infine un grazie a un augurio particolare al nostro Diego che con grande entusiasmo si accinge a prendere la guida del nuovo anno rotariano.

Siamo qui con te Diego e continuiamo a vivere il nostro Rotary mettendo in gioco le nostre professionalità e il nostro tempo.

Auguri e buon lavoro Presidente!

Iva

___________________________________________________________________

Discorso di saluto del neo presidente Diego Lorenzi

Care Amiche e cari Amici Rotariani,

Sono onorato per la carica di Presidente che avete voluto assegnarmi. Mi impegno a rappresentare Voi tutti e cercherò di condividere con Voi il mio programma, rivolto principalmente al mondo della solitudine e dell’ emarginazione. Ci aspetta un anno difficile da affrontare, perché molte certezze vacillano per gli effetti devastanti della pandemia. Ma noi possiamo farcela! Per riuscirci dobbiamo essere un gruppo coeso ed esaltare al massimo le elevatissime capacità professionali di ognuno di noi. Solo così potremo consolidare la nostra trasparenza sul territorio che non dovrà trascurare le iniziative più umili, seguendo così le direttive del nostro Governatore Edoardo Gerbelli. Ho parlato prima di solitudine ed emarginazione, che rappresentano l’ antitesi del concetto di famiglia, intesa nella sua accezione più elevata. Questo sarà il nostro “service” principale. Quanto più riusciremo ad improntare le nostre azioni a servire al di sopra delle parti, in maniera costante e gratuita, tanto più eleveremo le nostre capacità professionali. Il nostro impegno sarà questo, e lo faremo in punta di piedi, nella massima umiltà, aspettando con pazienza, che i semi che avremo seminato giungano a completa maturazione.

Concludo con alcune riflessioni alle quali ho ispirato la mia vita privata e professionale : Il cielo stellato sopra di me, e la legge morale dentro di me. “Immanuel Kant – estratto dalla Critica della Ragion Pratica” L’eleganza si acquisisce con la classe del rispetto e la si perde con la vanità dell’egoismo. “Autore Anonimo”

Auguro a voi tutti amiche ed amici, un anno Rotariano ricco di soddisfazioni, consapevoli che il nostro ingranaggio, ruota grazie alle vostre azioni.

Unire gli sforzi per raggiungere il bene comune.

Il Presidente Diego Lorenzi

_______________________________________________________________________________

Motto rotariano dell’anno 2021-2022

“Maestri più che testimoni, o meglio maestri perché testimoni.”

Paolo VI, Pontefice Massimo

Eventi Passati

Leave A Reply